Piazzetta G.Romano, n.15, 82037 Telese Terme, BN  P.I.01283530622

La Fondazione Gerardino Romano Online

Il sito web della Fondazione si propone di ricordare il nome di Gerardino Romano, sindaco della città di Telese Terme (BN) dal 1952 al 1980, un esempio per tutti coloro che hanno a cuore lo sviluppo della propria terra, avendo agito con profondo senso del dovere, con spirito dell'uomo giusto, animato solo dall'interesse comune.
Nel sito della Fondazione è possibile consultare tutti gli eventi in programma, oltre che approfondire la figura di Gerardino Romano... Continua   


  IN RICORDO DEL "MAESTRO" UBALDO CUSANI

I video della Fondazione

I video della Fondazione sono visibili su: YOUTUBE


 
SERGIO BUTTÀ - "Fotografia"

 

Giorgio Gaber - Il tutto è falso

Dall'album "Io non mi sento italiano" (2003)

Dona il...

E’ possibile destinare il 5 X 1000 a favore della Fondazione Gerardino Romano, e sostenere i molteplici progetti promossi dalla Fondazione

...scopri come

Articolo La Repubblica del 26 giugno 2015

"Iniziativa di Animazione Bibliotecaria"

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

“47 morto che parla. La legalità secondo Totò”

Mercoledì 29 novembre, alle ore 18.30, la Fondazione Gerardino Romano, presso la sede sociale di Piazzetta G. Romano 15, Telese Terme (BN), proietta il film Miseria e nobiltà, 1954. La Biblioteca della Fondazione Gerardino Romano, con il Progetto “47 morto che parla. La legalità secondo Totò”, vuole incentivare la lettura e gli approfondimenti tematici legati all’educazione civica. 

Il Progetto è stato considerato meritevole del contributo dalla Regione Campania – UOD Promozione e valorizzazione dei Musei e delle Biblioteche, che ha lanciato un Bando di Animazione Bibliotecaria finalizzato a garantire un’ampia partecipazione popolare e una maggiore consapevolezza sull’importanza dei servizi bibliotecari territoriali. Miseria e Nobiltà è un'opera teatrale portata a cinema: i movimenti, i passaggi ed i dialoghi sono direttamente derivati dal mondo del teatro e lo stesso regista Mario Mattoli, tende a rimarcare come si tratti di una commedia teatrale in più occasioni fino al fantastico epilogo finale di Totò/Felice “Sì, figlio mio, sono tuo padre... che ha passato tanti guai, tra la miseria vera e la falsa nobiltà. [...] Torno nella miseria, però non mi lamento: mi basta di sapere che il pubblico è contento”. La mimica e la gestualità di Totò restituiscono alla storia del cinema un Felice Sciosciammocca novello Pulcinella, che riesce a far sorridere nell' affrontare la miseria e a far riflettere nel confronto con la nobiltà, un personaggio che non ha forse pari nel panorama cinematografico italiano, ripreso ed imitato da molti, amato da tantissimi, esempio inarrivabile pur mai davvero apprezzato dalla critica del tempo. In un’altra scena del film, quella della famosa lettera che Totò scrive per conto di un suo cliente, l’attore napoletano pronuncia queste parole: “Bravo! Bravo! Viva l’ignoranza! Tutti così dovrebbero essere…E se ha dei figliuoli, non li mandi a scuola…per carità!…Li faccia vivere nell’ignoranza…” Parole che, nella loro apparente comicità, denunciano la condizione di chi non ha consapevolezza del fatto che la propria ignoranza costituisce un aspetto della propria debolezza. È difficile non leggere tra le righe di questa battuta una severa critica che Totò rivolge non a coloro che sono ignoranti, ma a coloro che mantengono nell’ignoranza chi, invece, avrebbe diritto ad essere istruito. 

Tutti i video relativi agli incontri settimanali sono visibili sul sito della Fondazione: https://www.fondazioneromano.it e sul canale YouTube.

Attività Culturali

Giugno 25th 2018Views 139Comments 0
00000
Giugno 20th 2018Views 46Comments 0
00000

Mercoledì Culturali

Luglio 3rd 2018Views 74Comments 0
00000
Giugno 18th 2018Views 60Comments 0
00000
Conversazione con Renato Serpieri  “Indissolubili” Mercoledì 13 giugno, alle ore 18.30, la Fondazione Gerardino Romano, presso la sede...Read More
Giugno 8th 2018Views 78Comments 0
00000

Diritto e Letteratura

Marzo 19th 2018Views 253Comments 0
00000
Il contributo del dott. VINCENZO NUZZO  DIRITTO E LETTERATURA (PROF. FELICE CASUCCI) “Il possibile contributo di Platone al Diritto – la...Read More
Dicembre 2nd 2016Views 712Comments 0
00000
Il contributo della dott.ssa FABIANA CACCIAPUOTI  DIRITTO E LETTERATURA (PROF. FELICE CASUCCI)  “Sul corpo della donna. La trilogia di Julian...Read More
Dicembre 2nd 2016Views 449Comments 0
00000

Gerardino Romano

Testimonianze,

immagini sulla vita

Il Blog di Felice Casucci

Presidente della Fondazione Gerardino Romano

Ultimo post del Blog

Un dialogo e un interludio  Mi piace fare cose nuove. Non stare fermo sullo spartito: essere una nota musicale improvvisata. Far festa, come ragazzi nei giardini polverosi che...Read More
Luglio 6th 2018Views 619Rating 5
Aurora  Aurora è nata. Il mio amico Gianni le ha augurato d’essere forte, molto più forte della società che troverà. Mi sembra un gran bell’augurio. La virtù,...Read More
Giugno 24th 2018Views 226Rating 5
Grazia e Bellezza  “Il dono del sorriso della luna: il primo fiore della piantina di cappero che credevo di aver perso per il gelo, ma che si era ripresa piano piano, è...Read More
Giugno 17th 2018Views 497Rating 5

Vai al vecchio sito

clicca quì

Una Comunità in rete

Servizi

Linee Programmatiche

  • GIUSTA Open or Close

    Progetto informativo, formativo e di assistenza per una democrazia processuale/politica.

    Una delle più sorprendenti scoperte archeologiche di tutti tempi è il cosiddetto processo di Petronia Giusta. Si tratta di un dossier composto da diversi documenti (atti di ricomparizione e testimonianze) vergati su tavolette cerate (il materiale scrittorio dell'antichità) che riguardano la giovane Petronia Giusta e la sua richiesta di accertare il proprio status e dunque la pienezza dei diritti civili.

"Dal volgersi delle cose al rivolgersi ad esse" -  F. C.