Piazzetta G.Romano, n.15, 82037 Telese Terme, BN  P.I.01283530622

Gli analfabeti

Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 

 

Dice l’uno

“Gli analfabeti come me

Sono trascinati dalla forza del motore

Sanno di vedere cose che cambiano

E che torneranno

Non credono nel cielo ma nelle nuvole

Ora siedono in prima fila”

 

Dice l’altro

“Non serve l’interiorità

Basta imbalsamarsi

E si vivrà in eterno”

 

Tra l’uno e l’altro

C’è un filo di resa

Questo filo di resa

Io lo chiamo Dio

 

Pensavo “no” ripetutamente “no”

Mentre passeggiavo da solo per strada

“Scusi”

Torno indietro

Mi fermo con lui nell’oscurità

Tra il parco e il cancello ancora aperto

“Mi dica”

“Devo prendere la circumvesuviana

E non ho i soldi per farlo”

Rispondo senza pensarci

“Cosa le serve?”

“Mi servono quattro euro”

Prende i soldi e scompare nel nulla

A pensarci bene era apparso dal nulla

 

Mi sono detto

“Si può fare”

Una famosa battuta di Gene Wilder

 

Gli analfabeti come me

Sono quelli che dicono

“E se non piemontesse?”

 

La giovanissima Chiara Romano scrive

“Gli errori commessi con la ragione

Prendono il nome di scelte”

 

Avevamo un compito

Non era facile

Quel che è difficile

È tutto il resto

 

Diogene si alzò e camminò

E il movimento sembrò esistere

 

Poi venne Winnie The Pooh

Con le poesie e il miele

Christopher crebbe e morì anche lui

“Oh rabbia!”

 

Ma come tutti gli analfabeti

Vorrei saperne di più

Dove finisce la morte?

Oh rabbia

Per avermi lasciato!

 

L’avarizia raccoglie fondi

Gli analfabeti lo sanno

 

Se un telefono squilla in

Una stanza vuota chi

Risponderà? Non ho nulla

Da perdere risponde il silenzio

 

Ho cercato Dio nelle parole degli altri

Credere è una simulazione dell’estasi

 

“Chi non ha dieci minuti da perdere

Non ha dieci minuti da vivere”

Non è uno spot contro l’uso del taxi

 

L’analfabetismo è un problema politico

Perché la cultura lo è ma può diventare

La scelta di apprendere senza governo

E considerare il limite astratto come

La replica all’infinito di un esito e la

Testimonianza ribelle d’una migrazione

 

“L’arcigno respiro del tempo non

Toglie palpito alla regola futura”

Buon compleanno amico mio

 

Good grief!

 

 

Commenti   

# RE: Gli analfabetiMaria 2017-11-20 16:32
...cronotropo che scandisce il cronotopo...

You have no rights to post comments

Il Blog di Felice Casucci

Presidente della Fondazione Gerardino Romano

Accedi

"Dal volgersi delle cose al rivolgersi ad esse" -  F. C.