Piazzetta G.Romano, n.15, 82037 Telese Terme, BN  P.I.01283530622

La Fondazione Gerardino Romano Online

Il sito web della Fondazione si propone di ricordare il nome di Gerardino Romano, sindaco della città di Telese Terme (BN) dal 1952 al 1980, un esempio per tutti coloro che hanno a cuore lo sviluppo della propria terra, avendo agito con profondo senso del dovere, con spirito dell'uomo giusto, animato solo dall'interesse comune.
Nel sito della Fondazione è possibile consultare tutti gli eventi in programma, oltre che approfondire la figura di Gerardino Romano... Continua   


  IN RICORDO DEL "MAESTRO" UBALDO CUSANI

I video della Fondazione

I video della Fondazione sono visibili su: YOUTUBE


 
SERGIO BUTTÀ - "Fotografia"

 

Giorgio Gaber - Il tutto è falso

Dall'album "Io non mi sento italiano" (2003)

Dona il...

E’ possibile destinare il 5 X 1000 a favore della Fondazione Gerardino Romano, e sostenere i molteplici progetti promossi dalla Fondazione

...scopri come

Articolo La Repubblica del 26 giugno 2015

Seminario

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

 

Servizi pubblici essenziali: diritto di sciopero e rappresentatività delle organizzazioni sindacali

15 novembre 2017, ore 11.15

Sala Convegni della Biblioteca - Dipartimento DEMM
BENEVENTO


Il 15 novembre 2017, dalle ore 11.30, presso la Sala Lettura della Biblioteca del Dipartimento DEMM dell'Università del Sannio, Piazza Arechi II, Benevento, si svolgerà il seminario su "Servizi pubblici essenziali: diritto di sciopero e rappresentatività delle organizzazioni sindacali". L'iniziativa - promossa da Felice Casucci, ordinario di Diritto privato comparato nell'Università del Sannio, da Rosario Santucci, ordinario di Diritto del lavoro, e da Marco Mocella, professore aggregato di Diritto del lavoro dell'unione europea nello stesso Ateneo - si inscrive nell'ambito della formazione connessa al Corso di studio di giurisprudenza dell'Università del Sannio e al Dottorato di ricerca Persona Mercato Istituzioni del Dipartimento DEMM, coordinato dalla prof.ssa Antonella Tartaglia Polcini, ordinario di Diritto Privato nell'Università del Sannio.  Piazza Arechi II.

Il seminario vedrà la partecipazione del prof. Giuseppe Santoro Passarelli, Presidente dell'Autorità di garanzia degli scioperi nei servizi pubblici essenziali, nonché professore Emerito della Sapienza Università di Roma, e del prof. Francesco Santoni, professore ordinario di Diritto del lavoro dell'Università di Napoli Federico II, già componente della predetta Commissione. Il tema del seminario è di stringente attualità - specie nelle Università dove di recente si è registrato lo sciopero dei docenti e dei ricercatori universitari - per la forte terziarizzazione della società e il ruolo strategico svolto dai servizi pubblici sia nel garantire i diritti costituzionali dei cittadini, sia nel consentire la competitività del Paese. Le introduzioni dei professori Santoni e Santucci si soffermeranno sull'assetto normativo e sulle criticità, che si ritengono affliggere la disciplina della l. n. 146/1990, pur già incisivamente riformata dalla l. n. 388/2000 specie con riguardo ai poteri della Commissione di garanzia, notevolmente accresciuti, al lavoro autonomo e alle associazioni rappresentative degli utenti. Un nodo rilevante riguarda la rappresentatività dei soggetti collettivi, legittimati alla proclamazione dello sciopero, per la quale mancano regole specifiche che potrebbero assicurare più agevolmente l'esercizio del diritto. Al riguardo permane tuttavia l'esigenza di tutelare il diritto individuale di sciopero, pur condizionato dal perseguimento di finalità collettive, rivelandosi decisive e sufficienti le limitazioni già poste dall'attuale disciplina. Il prof. Giuseppe Santoro Passarelli concluderà i lavori, offrendo, anche sulla base dell'importante esperienza della Commissione di garanzia, soluzioni migliorative dell'assetto normativo che derivano non solo da modifiche legislative ma anche dal diritto "vivente".

Attività Culturali

Giugno 25th 2018Views 165Comments 0
00000
Giugno 20th 2018Views 58Comments 0
00000

Mercoledì Culturali

Agosto 13th 2018Views 2Comments 0
00000
Luglio 30th 2018Views 81Comments 0
00000
Luglio 3rd 2018Views 101Comments 0
00000

Diritto e Letteratura

Marzo 19th 2018Views 285Comments 0
00000
Il contributo del dott. VINCENZO NUZZO  DIRITTO E LETTERATURA (PROF. FELICE CASUCCI) “Il possibile contributo di Platone al Diritto – la...Read More
Dicembre 2nd 2016Views 732Comments 0
00000
Il contributo della dott.ssa FABIANA CACCIAPUOTI  DIRITTO E LETTERATURA (PROF. FELICE CASUCCI)  “Sul corpo della donna. La trilogia di Julian...Read More
Dicembre 2nd 2016Views 464Comments 0
00000

Gerardino Romano

Testimonianze,

immagini sulla vita

Il Blog di Felice Casucci

Presidente della Fondazione Gerardino Romano

Ultimo post del Blog

Le ali spiegate agli adulti  Frangere flutti Ascendere all’aria condizionata Sbucare da una buca Abbracciare il cordone ombelicale Auto-spegnersi Togliere...Read More
Luglio 19th 2018Views 261Rating 5
Un dialogo e un interludio  Mi piace fare cose nuove. Non stare fermo sullo spartito: essere una nota musicale improvvisata. Far festa, come ragazzi nei giardini polverosi che...Read More
Luglio 6th 2018Views 650Rating 5
Aurora  Aurora è nata. Il mio amico Gianni le ha augurato d’essere forte, molto più forte della società che troverà. Mi sembra un gran bell’augurio. La virtù,...Read More
Giugno 24th 2018Views 249Rating 5

Vai al vecchio sito

clicca quì

Una Comunità in rete

Servizi

Linee Programmatiche

  • GIUSTA Open or Close

    Progetto informativo, formativo e di assistenza per una democrazia processuale/politica.

    Una delle più sorprendenti scoperte archeologiche di tutti tempi è il cosiddetto processo di Petronia Giusta. Si tratta di un dossier composto da diversi documenti (atti di ricomparizione e testimonianze) vergati su tavolette cerate (il materiale scrittorio dell'antichità) che riguardano la giovane Petronia Giusta e la sua richiesta di accertare il proprio status e dunque la pienezza dei diritti civili.

"Dal volgersi delle cose al rivolgersi ad esse" -  F. C.