Piazzetta G.Romano, n.15, 82037 Telese Terme, BN  P.I.01283530622

La Fondazione Gerardino Romano Online

Il sito web della Fondazione si propone di ricordare il nome di Gerardino Romano, sindaco della città di Telese Terme (BN) dal 1952 al 1980, un esempio per tutti coloro che hanno a cuore lo sviluppo della propria terra, avendo agito con profondo senso del dovere, con spirito dell'uomo giusto, animato solo dall'interesse comune.
Nel sito della Fondazione è possibile consultare tutti gli eventi in programma, oltre che approfondire la figura di Gerardino Romano... Continua   


  IN RICORDO DEL "MAESTRO" UBALDO CUSANI

I video della Fondazione

I video della Fondazione sono visibili su: YOUTUBE


 
ADRIANA VALERIO - "Napoli - L'Avana. Due città a confronto"

 

Giorgio Gaber - Il tutto è falso

Dall'album "Io non mi sento italiano" (2003)

Dona il...

E’ possibile destinare il 5 X 1000 a favore della Fondazione Gerardino Romano, e sostenere i molteplici progetti promossi dalla Fondazione

...scopri come

Articolo La Repubblica del 26 giugno 2015

Conversazione con Carolina Maestro

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

 

La bic nera

Mercoledì 27 settembre, alle ore 18.30, la Fondazione Gerardino Romano, presso la sede sociale di Piazzetta G. Romano 15, Telese Terme (BN), ospita la prof.ssa Carolina Maestro. All’incontro, coordinato dal prof. Felice Casucci, si presenta il libro La bic nera, L’Erudita, 2016. 

L’Autrice ci porta dietro le sbarre della Casa Circondariale di Ariano Irpino, dove ha insegnato nella Sezione carceraria del Liceo Artistico Ruggero II, nell’anno 2012/2013. Un percorso duro ma profondamente umano, che conduce ad un continuo interrogarsi sul senso della pena, non astrattamente ma nei colloqui continui con i detenuti. Il fiume in piena degli incontri quotidiani sfocia nei pensieri degli allievi, nei loro sfoghi e nelle loro inquietudini, polarizzate attorno alle figure dei familiari che li aspettano a casa e dei cari che non ci sono più. Emozioni e ricordi che, come rituali catartici, diventano di fatto un auspicio per le generazioni future. L’Autrice guida ognuno di noi in quel tempo interrotto dove tornare a scuola è un po’ tornare a respirare. “Nel romanzo le due trame dell’insegnante e degli studenti si sono indissolubilmente intrecciate, sono diventate racconto e documento: da una parte il diario intimo dei passi compiuti dal “fuori”, ossia dal docente che entra in carcere con il suo bagaglio di ansie, timori e incertezze, dall’altra le parole del racconto “da dentro”, vale a dire quelle degli studenti che vivevano la dimensione-classe e i momenti delle lezioni come una “pausa” dalla loro detenzione oltre che come occasioni di apprendimento”. (http://www.metis.progedit.com).

 Tutti i video relativi agli incontri settimanali sono visibili sul sito della Fondazione: https://www.fondazioneromano.it e sul canale YouTube.

 Carolina Maestro è laureata in Lettere Classiche e specializzata in Archeologia Preistorica. È diventata di ruolo a scuola nel 2013. Molti anni di precariato, poi, nel 2012, l'insegnamento al carcere di Ariano, che ha cambiato la sua vita. Partecipa a un dottorato di ricerca in “Cultura, Educazione, Comunicazione”, presso l'Università degli Studi di Foggia. Nel suo progetto di ricerca, si occupa dell'istruzione in carcere e della formazione dei docenti. Prima de La bic nera, ha scritto un libro di poesie autoprodotto, Dialoghi muti con una caffettiera,che ha preso spunto dal blog Morosita, nato durante la sua permanenza di studio a Montreal.

Attività Culturali

Mercoledì Culturali

Il settore agroalimentare: esperienze e regole tra impresa e...Giovedì 27 aprile, alle ore 14, presso il Complesso Universitario Monte S. Angelo, Via Cinthia, Aula A3,...Read More
Aprile 17th 2018Views 50Comments 0
00000
Conversazione con Adriana Valerio  “Napoli - L'Avana. Due città a confronto nel progetto culturale di Francesco Valerio” Mercoledì 11...Read More
Aprile 6th 2018Views 90Comments 0
00000
Conversazione con Mimmo MuoloIl Papa del coraggio - Un profilo di Benedetto XVI Mercoledì 28 marzo, alle ore 18.30, la Fondazione...Read More
Marzo 23rd 2018Views 207Comments 0
00000

Diritto e Letteratura

Seminario "Unione Economica Euroasiatica: realtà e...  LUNEDÌ 16 aprile 2018 - Ore 10  Sala Convegni Palazzo De Simone - Piazza Arechi...Read More
Marzo 27th 2018Views 87Comments 0
00000
Marzo 19th 2018Views 152Comments 0
00000
Corso di Diritto e Letteratura 2017/18  Giovedì 21 settembre 2017, alle ore 14.00, inizia il Corso di Diritto e Letteratura. Le lezioni,...Read More
Settembre 20th 2017Views 241Comments 0
55555

Gerardino Romano

Testimonianze,

immagini sulla vita

Il Blog di Felice Casucci

Presidente della Fondazione Gerardino Romano

Ultimo post del Blog

Testatreno  Posti in piedi. Parole tradotte in parole. Chi ha fretta, chi ha voglia di tornare. Il terzo grado lo fanno i controllori, che dovrebbero accoglierti...Read More
Aprile 17th 2018Views 1016Rating 5
Rimbaud  Mi chiamo Rimbaud. Non sono vivo né morto. I pattini della Mosa scrivono un libro di memorie nella corrente elettrica dei giovani anni. Sono un...Read More
Aprile 8th 2018Views 1042Rating 5
Etty  Scriveva Etty Hillesum: «si vorrebbe essere un balsamo per molte ferite». Aggiungeva: «Dentro di me c’è una sorgente molto profonda. E in quella...Read More
Aprile 2nd 2018Views 1089Rating 5

Vai al vecchio sito

clicca quì

Una Comunità in rete

Servizi

Linee Programmatiche

  • GIUSTA Open or Close

    Progetto informativo, formativo e di assistenza per una democrazia processuale/politica.

    Una delle più sorprendenti scoperte archeologiche di tutti tempi è il cosiddetto processo di Petronia Giusta. Si tratta di un dossier composto da diversi documenti (atti di ricomparizione e testimonianze) vergati su tavolette cerate (il materiale scrittorio dell'antichità) che riguardano la giovane Petronia Giusta e la sua richiesta di accertare il proprio status e dunque la pienezza dei diritti civili.

"Dal volgersi delle cose al rivolgersi ad esse" -  F. C.