Piazzetta G.Romano, n.15, 82037 Telese Terme, BN  P.I.01283530622

L'amica greca

Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 

 

 

L'amica greca mi scrive e mi chiede di ricordare il suo popolo, anestetizzato sotto la coperta della normalizzazione finanziaria. Sta male, ma sembra che stia bene. In realtà, il malessere è sedato: non parla, è chiuso in se stesso. Il suo popolo è la sua grandezza. Lei lo sa, io lo so. Molti altri lo sanno. Non si tratta solo del debito culturale, che tutti noi abbiamo nei suoi confronti, non si tratta solo dei luoghi della mitologia, della storia, delle vacanze. Il popolo greco va ricordato per aver cura di noi stessi, va aiutato per aiutare noi stessi. L'Unione europea si fonda sui valori della solidarietà. Non è una questione di soldi, ma una scelta di verità. Chi parla di Europa sa che dal popolo greco ci viene la sua remota promessa, che è stata anche di libertà e di benessere per tutti (o per nessuno). Cara amica, la nebbia di queste gelide mattine non ti tragga in inganno, noi siamo con voi, a respirare e a sorridere, a mangiare e a digiunare, a dormire e a vegliare. Dicci cosa dobbiamo restituire al sole che ci illumina, quanto dobbiamo testimoniare la Grecia che amiamo. Non ci interessano gli errori commessi, il nazionalismo che risorge, la violenza dei patti di stabilità, il mercato che vuole il suo prezzo pagato in anticipo, noi siamo figli delle vostre vite, e vi rendiamo quel che è vostro. Facciamo l'appello, gridiamo "presente", e marciamo idealmente sul suolo oscurato della cartolina, dove vivono gli esseri umani, dove la loro unica consolazione è il conforto che ricevono. Grazie d'essere qui con noi, una stella cometa per le cose da fare, per le cose da ricordare. Nell'Occidente opulento, sull'orlo del fallimento, ti diciamo: "siamo noi la ricchezza". E ti invitiamo a credere nella preghiera che ti rivolgiamo. Il 25 dicembre 2012, con il bambino, con la speranza grata, rinasca la Grecia! 

 

 

 

 

  

You have no rights to post comments

Il Blog di Felice Casucci

Presidente della Fondazione Gerardino Romano

Accedi

"Dal volgersi delle cose al rivolgersi ad esse" -  F. C.